Adblocker

martedì 7 maggio 2019

Giapponese lezione 122: Elenco di azioni livello difficile


Ripercorriamo portando ad un livello superiore di comprensione, come costruire un elenco di azioni. Per prima cosa ricapitoliamo quanto appreso già nelle lezioni 20 e 33.

Congiunzione “e” そして tra due proposizioni:

Le frasi di uno stesso periodo possono essere unite da そして. Di solito si usa per legare due o più azioni legate da un nesso logico o di causa effetto (esempio “ho studiato e passato l’esame”).
Il sole viene e va.                                                       ()(のぼ)りそして(しず)む。

Azioni in successione temporale: Tekei

Per elencare una serie di azioni eseguite in successione, si usa la forma in tekei, e l’ultimo verbo è coniugato in modo da esprimere il senso e il tempo della frase. Quindi ad esempio se le azioni sono state svolte nel passato, il verbo che chiuderà la catena sarà coniugato al passato.

Ho mangiato e sono tornato a casa.                           ()べて(かえ)りました。

Tra le diverse proposizioni si può mettere la congiunzione そして se le due azioni sono legate da causa effetto:
Ero sorpreso e sono diventato triste.                         (わたし)(おどろ)いてそして(かな)ししくなった。

Azioni in successione temporale: Tekei+から

Per rafforzare il fatto che le azioni sono eseguite in successione, si usa il verbo in forma tekei seguito da から oppure col verbo coniugato al passato in forma piana seguito da 後で o da 後は.
Dopo aver studiato guardo un film.                           勉強(べんきょう)してから、映画(えいが)()ます。

Azioni senza ordine preciso: ++する


Per un elenco di azioni non eseguite in successione, i verbi vanno coniugati in forma passato piana seguiti dalla particella
. L’elenco termina col verbo する , il cui tempo dà il tempo a tutta la frase. Se c’è solo un verbo, si traduce anche con il senso di “a volte faccio…”., oppure si usa per un elenco non esaustivo.
A casa leggo, scrivo.                                     家で読んだり書いたりする。
La sera ascolto la radio, guardo la tv.            夜はラジオを聞いたりテレビを見たりする。
Non faccio cose come guardare la tv, leggere i libri. 映画をたり、本を読んだりしない。
Non ho fatto cose come guardare la tv, leggere i libri映画をたり、本を読んだりしなかった。

Elenco di azioni: prima di…前に


Vediamo come fare quando si vuole porre l’accento su una azione compiuta prima di un’altra, cioè una frase di esempio: “Prima di andare in Europa ho imparato il francese”. Separiamo un due frasi:

  • “Prima di andare in Europa”. Il verbo in questa parte della frase è subordinato e va in forma Jishokei ed è seguito da (Lettura まえ) o da 前に (Lettura まえに): ユーロッパに行く前
  • “ho imparato il francese”. Questa parte della frase detta il tempo principale e va coniugata secondo il tempo: フランス語を習いました.

Prima di Verbo1, Verbo2.                                                   Verbo1 Jisho
() Verbo2 

Prima di andare in Europa ho imparato il francese.      
ユーロッパに行く前、フランス語を習いました。
Prima di andare a letto la sera mi lavo i denti.                  私は夜、寝る前に歯を磨きます。
Prima di andare a letto la sera ascolto musica.                 私は夜、寝る前に音楽を聞きます。
Prima di andare a scuola bevo un caffè.                             私は学校へ行く前に、コーヒーを飲みます。
Prima di andare a letto ho preso (bevuto) tre pastiglie di una medicina contro il raffreddore.    寝る前に風邪薬を3錠飲んだ。
Prima di Verbo1, Verbo2                            Verbo1 Jisho () Verbo2
Prima di andare in Europa ho imparato il francese.  ユーロッパに()(まえ)、フランス()(なら)いました。

Dopo ciò, quindi, comunqueそれから

La congiunzione それからè usata per legare dei fatti abbastanza slegati tra di loro che avvengono in una determinata successione temporale. In questo il significato è analogo alla congiunzione そしてche però implica che la seconda cosa accade come effetto della prima o comuqnue presuppone un legame logico.  Ad esempio, per tradurre la frase:” ho studiato e passato l’esame” si usa そして e non それから. Se invece voglio tradurre “Ho studiato e dopo ciò ho guardato la TV ”, si usa それから che lega due cose slegate tra loro, un mero elenco di azioni svolte in successione.
Ho studiato e dopo ciò ho guardato la TV.勉強(べんきょう)して、それからテレビを()ます。

Si può usare anche in una frase singola, che ovviamente va legata al contesto della discussione :

Dopo questo, dritto.                                       それからまっすぐ。
Quindi incontrerò un amico.                          それから友達に会います。
Dopo ciò, sono andato al ristorante.              それから、レストランに行きました。
Comunque, stasera vado a vedere il concerto di un amico. それから今晩友達のコンセットを見に行きます。

Ci sono casi in cui si vuole mettere l’accento sull’ordine delle azioni, anche legate tra di loro, e allora usiamo comunque sia それから. Ad esempio, in questo caso raccomandiamo fortemente con それからdi eseguire le azioni in questo ordine, non possiamo usare そして:
Prima dovresti studiare seriamente e dopo questo dare l’esame. まず、まじめに勉強(べんきょう)して、それから試験(しけん)()けなさい。


Esempi combinati

La mia stanza è pulita, tranquilla, e mi piace un sacco. 私の部屋は、きれいで、静かで、とても好き。

sabato 20 aprile 2019

Giapponese lezione 121: Anche, neanche (も)



Anche/ neanche 

La particella è una particella inclusiva perché lega il tema di una discussione ad un nuovo soggetto. La traduciamo con “anche” o neanche a seconda della coniugazione del verbo della frase.
Vediamo il seguente dialogo:

Tanaka: Mari, sei una studente?                   田中:ありスは学生
Mari: Si, e anche mika lo è.                          マリ:はい、ミカも学生

La presenza di deve essere consistente col resto della frase come in italiano , non posso rispondere con “Si, e anche Mika non lo è”.
Nel caso avrei potuto spezzare con una congiunzione avversativa:

Mari: Si,  ma mika non lo è. マリ:うん、でもミカは学生じゃない。

L’inclusione vale anche al negativo ovviamente,  perché la condizione di inclusione è rispettata:

Mari: No, e neanche mika lo è. マリ:ううん、ミカも学生じゃない。

Quest’ultima frase è traducibile anche con “No, e anche mika non lo è. ”
Per non confonderci vediamo uno specchietto  piccolo ma utile:

giapponese
italiano
+ verbo positivo
anche+ verbo positivo
+ verbo negativo
neanche + verbo positivo
+ verbo negativo
anche + verbo negativo

giovedì 10 gennaio 2019

Giapponese lezione 120: Passare del tempo con...



Spendere tempo nel fare qualcosa 時間を()ける
Per indicare che si spende del tempo nel fare qualcosa, si usa la costruzione 時間を掛け, dove  時間 significa tempo mentre il verbo  掛けha molteplici significati, tra cui quello di spendere del tempo, passare del tempo. La cosa nella quale si investe il tempo è seguita dalla particella . per cui la costruzione sarà:
Spendo tempo con X .                                Xに時間をかける。
Spendo molto tempo con X .                 X(おお)くの時間をかける。
Al posto di (おお)くの si possono usare altru aggettivi analoghi.
Mio padre spende molto tempo col (suo ) hobby. 私の父は趣味(しゅみ)(おお)くの時間をかける。
Mia sorella spende molto temp nella pratica del piano. 彼女はピアノの練習(れんしゅう)に多くの時間をかける。

Spendere tempo nel fare una azione 時間をかけて
Vediamo la costruzione del verbo 時間を()ける  per indicare una azione nella quale si investe del tempo. Il verbo ()ける  va in tekei (かけて) ed è seguito dalla azione nella quale siamo impegnati, coniugata secondo il tempo della frase:
Spendo tempo nel + Verbo1.               (おお)くの時間をかけてVerbo1
Mia sorella ha speso molto tempo nel cercare un cappello.  彼女は(おお)くの時間をかけて帽子を選んだ。

Passare tempo con qualcuno ()ごす
Un altro verbo usato in questi casi è  ()ごすche ha vari significati tra cui quello di passare spendere (tempo). Di solito la parola “tempo” non è inclusa nel significato del verbo, va quindi aggiunta: 時間を()ごす. La persona con cui si passa il tempo è seguita dalla particella . La costruzione è quindi:
Passare tempo con X.                       Xと時間を()ごす。
Ovviamente oltre al generico tempo possiamo anche usare altri riferimenti temporali, come  passare un weekend con, passare una giornata con, etc :
Ho passato il weekend coi miei amici.    私は友達と週末(しゅうまつ)を過ごした。

Passare tempo con qualcuno facendo qualcosa
Nel caso passiamo del tempo facendo qualcosa, alla costruzione 時間を()ごす facciamo precedere il verbo in tekei:
Passare tempo con X facendo Verbo.        X+Verbo tekei+時間を()ごす。

Ho passato la sera parlando con i miei amici.       友達と話をして夜を過ごした。