Adblocker

mercoledì 20 agosto 2014

Giapponese ( Lezione 2): Alfabeti e pronuncia

La scrittura giapponese è abbastanza complicata per noi europei, abituati a scrivere con un solo alfabeto di tipo latino. In Giappone la scrittura fonetica si affianca a quella ideografica e a quella latina. In effetti si possono utilizzare tutti i metodi contemporaneamente anche nella stessa frase.

Vediamo un pò di entrare nel dettaglio, ed elenchiamo i quattro stili utilizzati per la scrittura:
  • Hiragana: alfabeto sillabico giapponese;
  • Katakana: alfabeto sillabico giapponese utilizzato per le parole straniere oppure per dare enfasi;
  • Romaji: alfabeto latino utilizzato per le parole straniere o per la traslitterazione (lo userò poco perchè rallenta l'apprendimento dei kana);
  • Kanji: sono gli ideogrammi, caratteri che rappresentano uno specifico significato.

I sillabari (hiragana e katakana) sono divisi in 4 parti:
  • I suoni puri fondamentali detti “ Seion”;
  • I suoni impuri detti “Dakuon”, ottenuti aggiungendo due trattini ( il “nigori”):
  • I suoni semipuri detti “Handakuon”, ottenuti aggiungendo un pallino ( chiamato “Maru”);
  • I suoni contratti detti “Yoon”, nati dalla combinazione di alcuni dei precedenti.

Vedremo i caratteri sillabici nel dettaglio nei prossimi post. Non spaventatevi per la complessità dell'avere tutte queste voci, i giapponesi le imparano da bambini con grande successo!

Pronuncia

La pronuncia della lingua Giapponese di per se non è difficile, abbiamo infattti dei suoni che sono utilizzati anche nella nostra lingua. Si tratta solo di imparare a leggere correttamente e ad imparare le eccezioni.

Ecco alcune regole fondamentali.
  • La H è sempre espirata;
  • Quando le parole terminano con la vocale "u", spesso non viene pronunciata.
  • La "u" e la "i" all'interno della parola sono appena accennate.
  • L'unica consonante libera dell'alfabeto giapponese è la "n". Quando si trova prima di una "b" o una "p" è pronunciata come "m". Cito come esempio la famosissima parola "Tempura".
  • Non esiste la "L". Le parole straniere che la contengono vengono tradotte con la "R" che comunque ha un suono molto dolce, a metà tra una "r" ed una "l".

    martedì 19 agosto 2014

    Giapponese ( Lezione 1): Scrittura al pc ed a mano

    In questo post vi spiegherò come utilizzare il pc ed includerò alcuni consigli per la scrittura a mano.

    Vediamo cosa fare per attivare la scrittura giapponese sul pc. Il programma si chiama IME, e a partire da windows 7 si trova preinstallato sul sistema.

    Procedura per Windows 7
    Entrate nel pannello di controllo e cliccate sulla icona "Paese e Lingua";
    • Cliccate sul tab "Tastiere e lingue";
    • Cliccate sul tasto "Cambia tastiere" ;
    • Cliccate sul tasto "Aggiungi";
    • Scorrete l'elenco delle lingue fino alla voce "Giapponese" e mettete la spunta alle voci "Giapponese", "microsoft IME" ;
    • Cliccate su "Ok" e poi su "Applica".

    Terminata la procedura di attivazione vediamo brevemente le funzionalità base che per ora servono a noi.

    Per impostare la lingua giapponese spostate il cursore nella barra delle applicazioni sulla voce "IT". Cliccate e scegliete " JP":

    A questo punto la barra si presenta così:


    La voce 'JP' indica che siamo in modalità giapponese. Per ritornare alla modalità italiana procedere inversamente e selezionare 'IT'. Se invece cliccate sulla grande lettera 'A' vi appare un elenco di voci selezionabili. Quelle che interessano a noi per ora sono ' Hiragana' e 'Full-width Katakana', che appunto permettono di usare questi alfabeti.

    Facciamo una prova: selezionate appunto la voce 'Hiragana'.

    Scrivete la parola 'sensei' e automaticamente verrà scritta in caratteri hiragana : せんせい

    La parola appare però tratteggiata, significa che è ancora attiva. Se la volete lasciare così premete invio ( o fate click col mouse). Se invece volete inserire il kanji di questa parola premete spazio e verrà assegnato il Kanji più opportuno per la parola. Premete di nuovo spazio e vi verra mostrato un elenco a discesa di tutti i kanji possibili e anche del corrispettivo katakana:




    Dall'elenco scegliete la voce desiderata e premete invio. Le stesse cose si possono fare anche con la scrittura impostata su 'Katakana'.Sembra un procedimento complesso ma con un pò di pratica verrà poi facile e istintivo.

    Procedura per Windows 8

    Per Windows 8, vale più o meno la stessa cosa. Si entra nel pannello di controllo /orologio e opzioni internazionali/lingua.

    Cliccate su “aggiungi lingua” e scegliete il giapponese.



    L’aspetto della barra delle lingue è leggermente diverso da quello che abbiamo con windows 7: contiene qualche funzione in più, magari approfondiremo l’argomento più avanti. Per ora ci basta sapere che contiene l’opzione per scrivere i kana.

    Font

    Sul web è possibile trovare diversi font, più o meno aggraziati, squadrati, in corsivo (ebbene si, esiste anche in giapponese). Di default windows scrive col font MS Mincho.

    Scrittura a mano

    La scrittura giapponese è un mondo affascinante ed è parte integrante del processo di apprendimento della lingua. Scrivere è un esercizio molto utile, ma anche rilassante e stimolante, un esercizio per la mente. I giapponesi praticano l'esercizio della calligrafia e si sfidano pure in competizioni a suon di pennello ed inchiostro.

    A casa, per quanto mi riguarda mi son trovato benissimo nell'usare una penna stilografica ( si trovano anche a basso prezzo) perchè permette di avere un tratto morbido, senza dover premere il foglio e conferisce una maggior eleganza al tratto.
    Comunque sia, per iniziare va benissimo una qualsiasi penna o pennarello, anche a sfera.

    lunedì 18 agosto 2014

    Premessa

    Mi chiamo Nicola. Da sempre sono stato affascinato dal mondo nipponico. Da bambino ero rapito dai cartoni animati, affascinato da quei robottoni che hanno fatto sognare la mia generazione. Da grande ho riscoperto questa passione e le ho dato sfogo iniziando a studiare il Giapponese per conto mio, e così ho sempre portato avanti questa passione, arrivando a sostenere e passare con successo l'esame di certificazione della lingua giapponese (Norioku Shiken) livello 4.

    Questo "corso" nasce dalla mia voglia di rendervi partecipi delle mie conoscenze, dare una mano a chi si accinge allo studio di questa lingua meravigliosa essendo conscio dei limiti della mia preparazione. Non è ovviamente un corso esaustivo, nè segue un percorso preciso, se non il mio: come ho imparato le cose e l'ordine in cui le ho imparate.

    Questo corso nasce anche dalla voglia di ritornare allo studio attivo della lingua, perchè non ho più tanti stimoli come prima.

    Vi invito alla partecipazione attiva: le mie conoscenze non sono profondissime e potrebbero esserci degli errori nelle pagine del blog. Se avete dubbi o consigli non esitate a scrivere o commentare.

    I post avranno una struttura molto schematica ed essenziale, in modo tale da evitare di divagare su argomenti che per quanto interessanti esulino dalla grammatica.

    I post hanno un ordine, indicato dal numero della lezione. Cercherò di fare in modo che ogni lezione tratti un argomento nuovo per volta, utilizzando, sopratutto negli esempi, le strutture grammaticali viste nei post precedenti, senza aggiungere troppa carne al fuoco.

    Inizialmente per agevolare la comprensione degli esempi, le varie parti del discorso avranno un colore diverso per essere identificate nella corrispettiva traduzione giapponese.

    Fino alla lezione 35 in ogni post ho messo un vocabolario dei termini usati, poi ho smesso perchè è una operazione che richiede molto tempo ed è ripetitiva. Diciamo che è comoda nelle prime lezioni per memorizzare i termini più usati negli esempi.

    Nicola

    Consigli per gli acquisti

    Ecco un po' di consigli per chi vuole addentrarsi nello studio della lingua giapponese.
    Per quanto riguarda i kana vi consiglierei i seguenti volumetti:




    grammatica

    Per quanto riguarda la grammatica, io ho iniziato con questo volumetto di A. Vallardi, una grammatica essenziale, che parte dai concetti base, dai kana e piano piano spiega le basi della grammatica. E' un po' stringata ma va bene per un primo impatto con la lingua.


    Sempre per principianti, un ottimo ebook :


    Un buon testo più articolato, ma non per principianti totali è quello della HOEPLI:


    Un altro esempio di buon libro:


    Dizionari

    Anche per quanto riguarda i dizionari, si può consigliare un mini dizionario per chi incomincia lo studio della lingua:


    Oppure possiamo rivolgerci verso una fascia più alta e completa per uno studio veramente serio:
    Il top è questo:


    kanji

    Per i Kanji, consiglio questo testo inglese sui 1000 basilari:


    Anche questo è utile per iniziare lo studio :


    Per un approccio più approfondito invece suggerisco questo :


    frasari

    e siete solamente interessati ad un frasario per qualche viaggio in Giappone: