mercoledì 4 settembre 2019

Giapponese lezione 126: nominalizzazione I-aggettivi

Per questa lezione può essere utile rivedere la lezione 85 sulla "nominalizzazione" dei verbi, e la lezione 90 sulla nominalizzazione dei sostantivi. Cerchiamo di applicare lo stesso concetto agli aggettivi.
Consideriamo le seguenti frasi in italiano:
·         Il sole è caldo;
·         Il ferro caldo brucia;
·         Oggi sento il caldo.

La parola “caldo” ha un ruolo molto diverso, nella prima è un predicato nominale, nella seconda un aggettivo del soggetto, e nella terza un complemento oggetto, cioè un nome.
In italiano è scritto sempre nello stesso modo mentre in giapponese cambia. Abbiamo già visto la distinzione tra predicato nominale ed aggettivo, ma esiste anche un terzo modo per utilizzare gli aggettivi come dei sostantivi, come nel caso del complemento oggetto della terza frase.

Aggettivo +

Aggiungere alla radice dell’aggettivo, nel nostro caso (あたた)かい che diventa 暖かさ. L'aggettivo  大きい dal significato di grande, enorme, invece diventerà 大きさ, cioè grandezza, misura, volume.
Ancora, l'aggettivo 高い diventerà il sostantivo 高さ.

Vediamo qualche esempio.
L'altezza di queste due montagne è la stessa.                         その2つの(やま)(たか)さが(おな)じだ。

La regola non è sempre applicabile, ma si può usare per quegli aggettivi che non hanno una corrispondente parola nel vocabolario. Ad esempio l'aggettivo 嬉しい (felice) non verrà nominalizzato perché esiste già la parola felicità: 幸せ.

Nessun commento:

Posta un commento