Adblocker

giovedì 2 ottobre 2014

Giapponese ( Lezione 17): I verbi al presente, Futuro e forma volitiva

In questa lezione vedremo le prime coniugazioni dei verbi, precisamente vedremo:
·         Il presente, corrispondente al nostro indicativo;
·         Futuro certo;
·         Forma volitiva /esortativa;
·         Forma ipotetica.
Per ognuna di queste voci vedremo:
·         il presente affermativo in forma piana e cortese;
·         il presente negativo in forma piana e cortese.

Presente Forma Piana (Informale) Affermativo

La forma piana o informale presente del verbo è quella che troviamo nel vocabolario (じしょけい, JISHO KEI) che corrisponde anche alla base B3/B4. Non dobbiamo fare altro che copiare ed utilizzare il verbo così come si presenta, aggiungendo un soggetto, ad esempio un pronome personale, per avere una frase di senso compiuto. Vediamo qualche esempio per i verbi Ichidan:

Lui mangia.                            彼は食べる。
Io apro.                                   僕が開ける。

Ed ecco qualche esempio per i verbi Godan:

Io scrivo.                                 僕が書く。
Io gioco.                                  が遊ぶ。
Tu leggi.                                  貴方は読む。

Presente Forma Piana (Informale) Negativo

La regola generale per la costruzione al negativo informale presente prevede l'utilizzo della base B1 a cui si aggiunge "ない". È detto anche Naikei, perché di solito termina in “ない”. 
Per costruire la forma negativa informale dei verbi ichidan sostituiamo la sillaba finale る con ない. Ecco di seguito qualche semplice esempio.

Lui non mangia.                       彼は食べない。
Io non apro.                              僕は開けない。

Per i verbi godan abbiamo due regole:
·         se il verbo termina con la sillabaう come 買う (かう, comprare) essa viene eliminata e sostituita da -わない.
·         Nei restanti casi la u dell’ultima sillaba (sottolineo sillaba che termina con u non う, che è una sillaba a sé stante) diventa una a ed a questo si aggiunge ない, ad esempio, il verbo     書くdiventa 書かない.

Ecco subito qualche esempio chiarificatore sulla scia dei precedenti.

Io non scrivo.                        僕が書かない。
Io non gioco.                            僕が(あそ)ばない。
Tu non leggi.                            貴方は読まない。
Lei non compra.                       彼女は買はない。

Presente Forma Cortese (Formale) Affermativo
Il presente affermativo della forma cortese (masu-kei) si ottiene utilizzando la base verbale B2 nota come “masu-kei” a cui aggiungiamo "ます". In teoria ます è un ausiliario, ma poiché non viene mai usato da solo, lo possiamo considerare come facente parte del verbo. Vediamo nel dettaglio, ripetendo in parte quanto visto nel post delle basi verbali.

Per i verbi ichidan sostituiamo る con ます. Ecco i soliti esempi:

Lui mangia.                            彼は食べます。
Io apro.                                   僕が開けます。

Per i verbi godan abbiamo due regole:
·         se il verbo termina con la sillabaう come 買う (かう, comprare) essa viene eliminata e sostituita da -います.
·         Nei restanti casi la sillaba finale in viene sostituita dalla corrispettiva sillaba in "i" ed a questo si aggiunge ます, ad esempio, il verbo 書くdiventa 書きます.

Io scrivo.                               僕が書きます。
Io gioco.                                  僕が遊びます。
Tu leggi.                                 貴方は読みます。
Lei compra                             彼女が買います。

Presente Forma Cortese (Formale) Negativo

Il negativo presente in forma cortese si ottiene sempre dalla base verbale B2  “Masu-kei”,  basta aggiungere alla fine ません anziché ます.
Vediamo gli esempi per i verbi Ichidan:

Lui non mangia.                                 彼は食べません。
Io non apro.                                       僕が開けません。

E per i verbi Godan:
Io non scrivo.                                  僕が書きません。
Io non gioco.                                     僕が遊びません。
Tu non leggi.                                     貴方は読みません。
Lei non compra                                 彼女が買いません。

Tabelle riassuntive del presente

Ecco alcune tabelle riassuntive che contengono:
·         Un verbo ichidan 食べる;  
·         Nove verbi di tipo Godan, uno per ogni sillaba finale che si può trovare.
·         La copula.
·         I verbi irregolari (che riprenderemo anche in un post a parte più avanti).



Futuro certo
Il futuro in giapponese può essere di due tipi: certo ed incerto. Il futuro certo indica una azione che verrà fatta sicuramente, senza alcun dubbio. Per rendere questo concetto, semplicemente basta usare il presente affermativo visto nei paragrafi precedenti. È una cosa che facciamo anche noi in Italia, parlando di qualcosa che dobbiamo fare, utilizzare il presente. Ad esempio: "Domani vado al mare".

Forma volitiva / esortativa   意向形(いこうけい)

La forma volitiva/esortativa si usa:
·         per un futuro non certo;
·         per esprimere supposizioni;
·         come forma esortativa.

Vediamo come si coniuga.
La forma Piana (Informale) Affermativo si ottiene dalla base B1A:

·         Per i verbi ichidan va aggiunto よう: ad esempio, 食べよう.
·         Per i verbi godan si aggiunge alla base una う: ad esempio 買おう.

Forma Piana (Informale) Negativo si coniuga così:

·         Per i verbi ichidan si ottiene dalla base B1A e va poi aggiunto まい: ad esempio otterremmo: 食べまい.
·         Per i verbi godan si aggiunge まい alla B3/B4 (Jisho kei), ad esempio avremmo 買うまい.

Forma Cortese (Formale) Affermativo usa la base della Masu kei, la B2i e va poi aggiunto ましょう. Ad esempio, otterremmo: 食べましょう per un verbo ichidan, mentre un verbo Godan sarebbe così: 買いましょう.

Forma Cortese (Formale) Negativo
Si parte dalla base della Masu kei, la B2i e va poi aggiunto ますまい.   Ad esempio otterremmo per i verbi ichidan: 食べますまい, mentre un verbo godan sarebbe ad esempio 買いますまい.

Tabelle riassuntive Forma volitiva/esortativa

Ecco alcune tabelle riassuntive che contengono:
·         Un verbo ichidan 食べる;  
·         Nove verbi di tipo Godan, uno per ogni sillaba finale che si può trovare;
·         La copula;
·         I verbi irregolari (che riprenderemo in un post a parte più avanti).

Forma ipotetica

La forma ipotetica si ottiene utilizzando la forma volitiva del predicato nominale (lezione 8) aggiunta al verbo che vogliamo declinare. Ricordiamo che la forma volitiva presente della copula era:
·         Forma piana     だろう;  
·         Forma cortese でしょう.

Quindi per costruire gli altri verbi nella medesima forma basta seguire quanto segue:
·         Forma Piana (Informale) Affermativo: si ottiene aggiungendo alla forma del dizionario だろう.  Ad esempio 食べるだろう.

·         Forma Piana (Informale) Negativo: si ottiene aggiungendo al presente piano negativo だろう. Ad esempio 食べないだろう.

·         Forma Cortese (Formale) Affermativo: si ottiene aggiungendo alla forma del dizionario でしょう. Ad esempio 食べるでしょう.

·         Forma Cortese (Formale) Negativo: si ottiene aggiungendo al presente cortese negativo でしょう. Ad esempio 食べないでしょう.
Tabelle riassuntive forma ipotetica
Ecco alcune tabelle riassuntive che contengono:
·         Un verbo ichidan 食べる;  
·         Nove verbi di tipo Godan, uno per ogni sillaba finale che si può trovare.
·         I verbi irregolari (che riprenderemo in un post a parte più avanti).


Nessun commento:

Posta un commento