sabato 20 aprile 2019

Giapponese lezione 121: Anche, neanche, sia, nè


Anche/ neanche 

La particella è una particella inclusiva perché lega il tema di una discussione ad un nuovo soggetto. La traduciamo con “anche” o neanche a seconda della coniugazione del verbo della frase.
Vediamo il seguente dialogo:

Tanaka: Mari, sei una studente?                   田中:ありスは学生
Mari: Si, e anche mika lo è.                          マリ:はい、ミカも学生

La presenza di deve essere consistente col resto della frase come in italiano , non posso rispondere con “Si, e anche Mika non lo è”.
Nel caso avrei potuto spezzare con una congiunzione avversativa:

Mari: Si,  ma mika non lo è. マリ:うん、でもミカは学生じゃない。

L’inclusione vale anche al negativo ovviamente,  perché la condizione di inclusione è rispettata:

Mari: No, e neanche mika lo è. マリ:ううん、ミカも学生じゃない。

Quest’ultima frase è traducibile anche con “No, e anche mika non lo è. ”
Per non confonderci vediamo uno specchietto  piccolo ma utile:

giapponese
italiano
+ verbo positivo
anche+ verbo positivo
+ verbo negativo
neanche + verbo positivo
+ verbo negativo
anche + verbo negativo


Sia… sia/ Né …né

Anche la nostra congiunzione sia è tradotta con .In presenza di verbi negativi, assume il significato negativo “né”. In italiano queste congiunzioni sono usate in presenza di un elenco di sostantivi o aggettivi. In giapponese ogni parola è seguita da .
Vediamo un esempio pratico. La frase  “Ci sono sia un giornale che una rivista.”  Verrà tradotta  così :            新聞(しんぶん)雑誌(ざっし)もあります。 Letteralmente sarebbe “ci sono anche un giornale e anche una rivista”.
Vediamo altri esempi.
Non ci sono ne cani né gatti.                                                もいません。
Ero occupato sia di mattina che di sera.                          午前五語しかったです。
Ne mamma né papà sono in casa.                                        にいません。
Sia l’estate dello scorso anno, che quella dell’altranno, erano molto calde. 一昨年去年もとてもかったです。

Nessun commento:

Posta un commento