martedì 23 ottobre 2018

Giapponese lezione 118: Dire a qualcuno di fare qualcosa

Vediamo in questo post come rendere in giapponese frasi del tipo “ ho detto a mia sorella di uscire dalla stanza” oppure “ho detto a Mario di chiamare”.
Innanzitutto, teniamo a mente che il verbo che conluderà la frase sarà ad esempio 言うo uno dal significato analogo. La persona a cui è chiesto di fare l’azione è seguita da に, l’azione richiesta va messa nella forma del dizionario ed è seguita da ように e dal verbo di aprola coniugato secondo il caso. La costruzione base quindi è la seguente (usando 言う): 

X ha detto a Y di Verbo. XがYにVerbo Jisho +ように+言う。

Esempi.
Dico a Mario di telefonare. マリオに電話をするように言う。
Dico a Mario di andare in america.マリオにアメリカへ行くように言います。
Dico a Mario di studiare.マリオに勉強するように言います。

Giapponese lezione 117: Aggettivo ない



Dopo così tante lezioni abbiamo preso confidenza con i verbi e gli aggettivi declinati al negativo. A questo punto si è pronti e preparati a cambiare punto di vista , sapendo che la declinazione negativa dei verbi e degli aggettivi è data dall’aggettivo ない, un aggettivo senza significato con il solo scopo di “negare”. E’ anche la negazione del verbo ある.

Forma attributiva
Un altro uso è la forma attributiva come da esmepio seguente:
bambino che non piange.   泣かない子供。
In tale forma può essere sostituito da ぬ:  泣かぬ子供。

Eccezioni
Nella forma negativa della Tekei può essere sostituito da ずに Quindi volendo tradurre “non leggendo” potrei usare sia 読まないで che 読まずに.

venerdì 19 ottobre 2018

Giapponese lezione 116: Presentazioni

Ricordatevi che è preferibile l’inchino alla stretta di  mano. Inoltre, in ambiente di lavoro è meglio presentarsi prima col cognome, poi col nome. Quando si incontra una persona per la prima volta, si dice:  はじめましてdal verbo はじめるiniziare, incominciare. Letteralmente significa “per la prima volta”.  Per risposta, dopo essersi presentati si dice:

よろしく                                             Informale
どうぞよろしく                                Formale
よろしくおねがいします               Formale
どうぞよろしくおねがいします   Molto formale

Altre frasi di presentazione più articolate:

Piacere di conoscerla.                          ()えて(うれ)しいです。

Per indicare il proprio nome ci sono vari modi come in italiano. Cerchiamo di procedere per gradi sfruttando una traduzione pressochè letterale.
Se volessi dire “Io sono Tanaka”, utilizzerei です:

Io sono Tanaka.                                 私はたなかです。
Anche senza pronome :                     たなかです。

Se volessi dire  “Il mio nome è Eriko” utilizzerei nuovamente です:
Il mio nome è Eriko.                         名前はえりこです。

Se volessi dire  “Mi chiamo Mari” utilizzerei il verbo 言います(dire) :
Mi chiamo Mari.                               まりと言います。

Per chiedere il nome ad una persona:                      
お名前は何ですか。Formale
お名前は? Informale


mercoledì 3 ottobre 2018

Giapponese lezione 115: Saluti

おはよう          Si usa quando ci si incontra tra amici e conoscenti dalla mattina fino alle 12.
おはよう ございます  Si usa quando ci si incontra dalla mattina fino alle 12. Forma cortese

Il famoso termine こんにちは equivale ad un saluto sia formale che informale, da usarsi dalle 12 in poi quando ci si incontra.
Buonasera            こんばんは
Buonanotte          おやすみなさい
Arrivederci          さようなら     si può usare tutto il giorno, quando ci si congeda.

Saluto quando si esce di casa: いってきます. Letteralmente significa vado e torno.
Saluto  chi esce di casa: いって らっしゃい che significa “vai e torna presto”.
Saluto quando si rientra a casa: ただいま        Letteralmente significa sono tornato.

Ci vediamo dopo        でわまた oppure じゃまた
A domani            またあした
Alla settimana prossima    また来週
Benvenuto                          いらっしゃいませ, いらっしゃい
Bentornato            おかえりなさい
Arrivederci            またあいましょう
Riguardati            きをつけて
Vado via            お先に         (Saluto per andare via da lavoro)
Grazie per il lavoro        お疲(つかれ)れ様(さま)        (per salutare chi vavia da lavoro)