giovedì 22 febbraio 2018

Giapponese lezione 105: Domande con richiesta di conferma

Abbiamo visto che per chiedere qualcosa aspettandosi una conferma occorre aggiungere la particella ねalla fine della frase (lezione 59).

Non ti piacciono le carote, vero?                                         あなたはにんじんが嫌いですね。
Questo film era molto bello, vero?                                     その映画はとてもいい映画だったね。
Oggi fa molto caldo vero?                                                   今日は暑いですね。

Un altro modo è quello di usare la forma volitiva (vedi lezione 17) cioè il verbo in forma piana + ausiliario in forma ipotetica, con una intonazione ascendente come una domanda qualsiasi.

Vai a scuola domani, vero?                                                 明日学校に行くでしょう?

In caso di predicato nominale invece su usa la costruzione aggettico +ausiliario in forma ipotetica.

Era freddo a Tokyo, vero?                                  東京は寒かったでしょう?

martedì 23 gennaio 2018

Giapponese lezione 104: Proibire



Nella lezionenumero 51, abbiamo visto come tradurre in vari modi il verbo dovere. In particolare avevamo visto la costruzione Tekei in forma negativa seguita da はいけません che dava il senso di dovere fare qualcosa. Cambiando la te kei dal negativo al positivo, si inverte anche il significato e quindi lo possiamo tradurre con “è proibito…” o con “non devi…”
 

E’ proibito + Verbo.                                       Verbo Tekei +はいけません。



Non dovresti fumare qui.                              ここでたばこを吸ってはいけません。

martedì 14 novembre 2017

Giapponese lezione 103: Dire, parlare e relativi complementi



Dire, parlare e relativi complementi

Vediamo di organizzare in una lezione l’uso dei verbi relativi al parlare, al dire e i loro complementi.

Partiamo dalla lezione 25 sul complemento di mezzo, avevamo detto che la lingua  è un mezzo per fare qualcosa, e quindi si può  usare la particella  :

Scrivo in giapponese.                                                                       日本語で書きます。

Virgolettato giapponese

Per scrivere il virgoletttato nella lingua giapponese si usano i simboli  「」che si possono ottenere premendo i tasti “+” ed  “è” una volta attivato l'EIME.

Chiedere una frase in un’altra lingua

Per  chiedere una traduzione di un virgolettato occorre specificare la lingua e la frase da tradurre secondo il seguente schema :

Come traduci  “FRASE1” in LINGUA1?         「FRASE1 LINGUA1で何ですか。

Esempi
                       
Come traduci “arigatou” in inglese?                                            「ありがとう」英語で何ですか。

E’ “Thank you”.                                                                                    Thank you」です。




Come si dice?

Un altro esempio di utilizzo della particella と in un contesto di citazioni, quando vogliamo sapere come si dice qualcosa in una certa lingua.

·La parola da tradurre è argomento della frase ed è seguita da は;
·la lingua, quando presente è seguita dalla particella で;
·segue pronome interrogativo何 + と
·Chiude la frase il verbo “dire” che in giapponese è 言う.




Come dici Y in lingua X?                                          YX語で何と言いますか。

In alternativa, al posto di + si può usare il pronome interrogativoどう:

Come dici Y in lingua X?      YX語でどう言いますか。

Si può anche usare una formula che non prevede l’uso di:

Qual è il nome  di questo X?                                    このXの名前は何ですか。

Per le risposte:

Si dice Y.                                                                   Yと言います。

Vediamo alcuni esempi.

Come dici ciao in giapponese?                                 ciao」は日本語で何と言いますか。
日本語で「ciao」はどう言いますか。
Come lo dici in giapponese?                                    日本語で何と言いますか。
Si dice ciao.                                                               Ciao」と言います。
Come si chiama questo fiore?                                  この花の名前は何ですか。
Come si dice in italiano?                                          イタリア語でどう言います。
La salsa nera si chiama “sho yu”.                             黒いたれは、しょゆと言います。
Questa cosa come si chiama?                                     これは何と言いますか。

Citazioni dirette
Per la citazione diretta usiamo i segni「….. 」. Nella tastiera, una volta selezionata la lingua giapponese si ottengono schiacciando i tasti “è” e “+”.

Ecco lo schema per la costruzione al presente, per il passato si vedano gli esempi.

X dice “citazione”.                           Xは「Citazione」と言います。

Maria ha detto “mi piace la mela”. マリアは「林檎が好き」と言った。
Mia sorella ha detto “buonanotte”. 妹は「おやすみなさい」と言いました。
Yamada ha detto” vado con mia moglie”. やまだは「家内と一緒に行く」と言いました。

Citazioni indirette

Per la citazione indiretta usiamo sempre la particella と, che segue la citazioone espressa in forma piana e ovviamente senza i segni 「….. 」.

X dice che +Verbo.                                 XはVerboと言います。

Dice che andrà a scuola domani. 明日学校へ行くと言います。
Disse che sarebbe andato a scuola l’indomani. 明日学校へ行くと言いました。
Dice di essere andato a scuola ieri. 昨日学校へ行ったと言いました。
Maria ha detto che avrebbe letto un libro. マリアは本を読むと言った。
Maria ha detto che le piace la mela. マリアは林檎が好きだと言った。
Tanaka ha detto che gli piace la cucina italiana. 田中さんはイタリアの食べ物が好きだと言いました。

Vediamo una frase un po’ più articolata, dove viene citato ciò che vuole fare il nostro caro Tanaka:

Tanaka ha detto che stasera vuole mangiare fuori. 田中さんは今晩外食したいと言った。